Amministratore

Althaea officinalis L – Pianta dalle antiche virtù terapeutiche. Tutte racchiuse nel suo nome

Altea, nome scentifico Althaea officinalis L. che deriva dal greco “althos”.
È curioso come nel suo nome e nel linguaggio dei fiori siano racchiuse tutte le virtù di questa pianta tanto usata fin dall’antichità come rimedio terapeutico. Infatti  parola greca Althos, significa proprio rimedio, guarigione. Una credenza popolare dice che incenerire l’altea favorisce la purificazione della casa

Virgilio scoprì l’altea grazie ai Celti della pianura padana e le diede nome latino, “ibiscum”.
Carlo Magno, conoscendone le virtù terapeutiche, promosse la coltivazione dell’Altea fattoria.

Molto simile alla malva L’altea viene anche chiamata malva bianca per il fatto che, contrariamente alla malva tradizionale, ha fiori bianchi, con la base leggermente violetta. Particolari sono le foglie incise in tre o cinque lobi disposte a spirale sul fusto alto fino a un metro e mezzo; una peluria vellutata riveste entrambe le pagine fogliari facendole apparire di colore verde grigio.

Veniva usata per il suo potere emolliente e lenitivo, spesso usato per frizionare le gengive sensibili dei bambini durante la comparsa dei primi dentini.

In cosmetica l’altea è usata come idratante e lenitiva per la pelle e per riposare gli occhi stanchi usando impacchi di altea sulle  parpebre. Le principali proprietà benefiche dell’Altea sono:

L’Altea mostra spiccate attività emollienti, particolarmente usato come rimedio naturale contro tossi secche, faringiti, bronchiti in quanto esercita un’azione antinfiammatoria sulle prime vie respiratorie. Proprio grazie al suo alto contenuto di mucillagini mostra un efficace effetto emolliente anche sul tratto gastro-intestinale rivestendole mucose con un sottile strato mucillaginoso. Grazie a questa sua proprietà si mostra utile per proteggerle in caso di reflusso e iper-acidità ma anche come rimedio naturale in caso di stipsi (per donare emollienza alle feci facilitandone l’evacuazione).

Nei nostri prodotti l’Altea  viene usata come aggiunta agli integratori alimentari per favorire il benessere di naso e gola.

Althaea officinalis L – Pianta dalle antiche virtù terapeutiche. Tutte racchiuse nel suo nome Leggi tutto »

Gocce analcoliche di propoli: l’integratore dolce e profumato a prova di bimbo

Propoli gocce analcoliche - Maso delle Erbe
Propoli gocce analcoliche - Maso delle Erbe
Author picture

Gocce analcoliche di propoli: l'integratore dolce e profumato a prova di bimbo

Il gusto dolce e il piacevole profumo d'arancia fanno di questo integratore uno dei nostri prodotti più graditi da grandi e piccini

Sulla scia dello scorso anno continuiamo il nostro percorso nel mondo dell’apicoltura. Uno dei prodotti più particolari del mondo delle api è sicuramente la propoli. Esso è un insieme di cere e resine provenienti dalle piante che le api lavorano assieme ai loro enzimi per dare origine a questo meraviglioso prodotto che funge da materiale di protezione per la loro arnia. La propoli racchiude in sé proprietà antibatteriche, antivirali e immunostimolanti.

Noi abbiamo pensato di utilizzare le sue proprietà e racchiuderlo in uno dei nostri prodotti più speciali: LE GOCCE ANALCOLICHE DI PROPOLI.

Propoli-gocce-analcoliche.jpg

La peculiarità di questo prodotto consiste nell’estratto di propoli analcolico che rappresenta una delle innovazioni del nostro laboratorio. Utilizziamo un metodo di estrazione esclusivo che riesce a inglobare tutti i principi attivi della propoli. Il prodotto finale che otteniamo è unico nel suo genere per profumo, consistenza e principi attivi.

L’estratto di propoli analcolico si differenza dalla più nota tintura alcolica essenzialmente per due motivi: il primo è l’assenza di alcol che lo rende adatto anche ai bambini, il secondo è il gusto che è decisamente più gradevole rispetto alla tintura soddisfacendo i gusti più difficili.
Avendo sempre in mente i nostri clienti più esigenti: i bambini, abbiamo incorporato nell’estratto grezzo di propoli analcolico, l’aroma di arancio e fitoestratti come l’Echinacea per renderlo un integratore completo a tutti gli effetti.
L’Echinacea è una piccola pianta erbacea nota per i suoi splendidi fiori dal colore violaceo. Originaria dal Nord America, veniva usata dagli antichi Indiani come rimedio contro raffreddori, ferite, scottature e piccoli disturbi legati al cavo orale. Studi più recenti hanno rivelato che i fiori e le radici di questa pianta contengono numerose proprietà: di nota sono sicuramente la sua azione immunostimolante, antivirale e antibatterica.
Il connubio della nostra propoli, Echinacea e l’azione rinfrescante dell’arancio rendono questo integratore alimentare completo, ideale da assumere al mattino per avere una piccola carica per la giornata lavorativa o di studio. Il nostro prodotto si caratterizza per l’altissimo contenuto di propoli, circa un 40%, che lo rende davvero un complemento alla dieta per avere un’azione energizzante e immunostimolante. Inoltre l’elevato quantitativo di propoli ha anche un’azione antibatterica ed efficace in bocca contro piccoli fastidi alle gengive sia per grandi che per i più piccoli.

Questo prodotto più di altri soddisfa anche le esigenze dei più piccoli, grazie alla sua dolcezza e il profumo e di arancio diventerà sicuramente il loro integratore preferito.

Speriamo che possiate iniziare il nuovo anno qualche goccia della nostra propoli che sicuramente cambierà la vostra giornata. Il nostro laboratorio e tutto il nostro team vi augura uno splendido inizio anno e vi diamo appuntamento al prossimo mese dove continueremo a portarvi sempre più vicino alle delizie delle api e all’impegno del nostro laboratorio erboristico.

Le gocce analcoliche di propoli le trovi sul nostro negozio online. Provale subito!

Facebook
Email
WhatsApp
LinkedIn

Gocce analcoliche di propoli: l’integratore dolce e profumato a prova di bimbo Leggi tutto »

Lo sciroppo dell’apicoltore: dall’alveare passa il benessere di naso e gola ​

Author picture

Lo sciroppo dell'apicoltore: dall'alveare passa il benessere di naso e gola

Miele, propoli e un sapore dal gusto balsamico fanno di questo sciroppo uno dei prodotti più apprezzati dai nostri clienti

Questo mese vorremmo parlarvi del nostro sciroppo più venduto: lo sciroppo dell’Apicoltore. Come dice il nome stesso, questo sciroppo racchiude in sé i segreti dell’alveare. Le api e i loro segreti più profondi sono custoditi da colui che vive con loro quotidianamente: l’Apicoltore, che in questo sciroppo condivide con tutti noi la pozione magica che porta benessere e sollievo quando più ne abbiamo bisogno. 

Miele, propoli, e un sapore dal gusto balsamico rendono questo sciroppo unico nel suo genere. La sua azione mirata nasce dal connubio inconfondibile della dolcezza del miele unito a fitoestratti quali il pino silvestre e l’eucalipto.

Sciroppo dell'apicoltore

Il miele dona non solo un gusto inconfondibile ma anche numerose proprietà quali l’azione disinfettante e i minerali e le vitamine che sono utili soprattutto quando le nostre difese immunitarie sono più vulnerabili. La propoli, invece, racchiude in sé un’azione disinfettante, antibatterica e antimicrobica che “pulisce” il cavo orale nei casi di catarro.

Una volta liberata e sciolta la gola intervengono gli estratti di eucalipto e pino assieme ai loro olii essenziali per portare sollievo e benessere. Questi ultimi sono noti da secoli per la loro azione balsamica efficace nei casi di raffreddori o ispessimenti del cavo orale dovuti all’accumulo di catarro o muco. Il pino silvestre, albero facente parte delle conifere, presente nei nostri boschi, possiede olii essenziali spesso usati per il loro profumo e per le loro proprietà balsamiche. L’Eucalipto, originario dell’Australia e dell’Oceania è una pianta sempreverde e piuttosto grande. Largamente usato in erboristeria per le sue proprietà, è anche il cibo preferito dei koala che siamo spesso abituati a vedere in vari documentari nascosti e intenti a mangiare foglie di eucalipto. Le foglie di eucalipto contengono olii essenziali che sono efficaci nello sciogliere congestioni catarrali nelle vie respiratorie.

Per aumentare l’azione degli estratti fluidi di pino e eucalipto abbiamo incrementato l’efficacia dello sciroppo unendo anche i loro corrispettivi olii essenziali. Questo meccanismo aumenta il potere dello sciroppo nello sciogliere il catarro e dona sollievo alla gola infiammata. Lo sciroppo dell’apicoltore è indicato in particolar modo per gli adulti. Non consigliamo questo prodotto per i bambini visto l’estratto alcolico di propoli e anche per il gusto deciso che non è di gradimento ai più piccoli. Per i vostri bimbi vi consigliamo lo Sciroppo dell’Ape Regina e lo Sciroppo dell’Alveare, studiati in modo specifico per soddisfare le esigenze dei nostri clienti più piccoli.

Per concludere, anche questo mese ci teniamo ad aggiornarvi con qualche informazione in più sui nostri prodotti e rendervi partecipi della dedizione con la quale ricerchiamo in modo continuo i prodotti naturali più efficaci e stimolanti per soddisfare le vostre esigenze. Ci teniamo anche a ringraziare i nostri clienti che da sempre usano i nostri prodotti, e ai quali siamo grati per la fiducia, che ci è di stimolo per continuare la nostra ricerca.

Lo Sciroppo dell’apicoltore lo trovi sul nostro negozio online. Provalo subito!

Facebook
Email
WhatsApp
LinkedIn

Lo sciroppo dell’apicoltore: dall’alveare passa il benessere di naso e gola ​ Leggi tutto »

Come iniziare le giornate con la carica giusta? Enermiel!

Author picture

Come iniziare le giornate con la carica giusta? Enermiel!

Energia e concentrazione per il lavoro e per la scuola

Giornate più corte, il sole sempre meno sull’orizzonte, si avvicina la stagione in cui prendersi cura di noi stessi diventa una priorità. Il nostro laboratorio, sempre impegnato nella ricerca dei prodotti più idonei per la tutela della vostra salute, sposa appieno la filosofia prevenire è meglio che curare. In quest’ottica vi proponiamo un prodotto, considerato un nostro cavallo di battaglia: Enermiel.

Un cucchiaino di Enermiel al mattino è una ricarica di energia sana e naturale sia per i grandi, sia per i più piccoli. Il connubio di miele, polline, pappa reale e fitoestratti tra cui ginseng e guaranà lo rendono unico, dal sapore dolce e avvolgente che metterà sicuramente d’accordo tutta la famiglia.

L’inizio del nuovo anno scolastico – in particolare questo anno scolastico – costituisce motivo di stress e preoccupazione per gli studenti. Inoltre, l’odierna situazione lavorativa ci mette sempre più alla prova, con richieste di energia e concentrazione sempre più elevate.

Per addolcire il rientro alla routine quotidiana e per sopperire allo stress di tutti i giorni Enermiel può sicuramente essere un grande alleato. La sua funzionalità deriva dagli ingredienti al suo interno.

enermiel-maso-delle-erbe-tesero.jpg

Un integratore naturale a base di miele di Melata, Polline, Pappa Reale, Propoli e fitoestratti specifici

Il miele è ricco di zuccheri semplici, come il glucosio, che sono facilmente assimilabili e rappresentano il cibo preferito per i nostri neuroni. Le api con il loro incessante lavoro aggiungono vitamine e numerosi enzimi per rendere il miele altamente nutriente.

Ad ogni modo, il miele non è l’unico tesoro che ci donano le api: prodotti di tutto rispetto sono anche la propoli e la pappa reale. Quest’ultima come dice il nome stesso è il cibo riservato all’unica regnate dell’alveare: l’ape regina. La pappa reale è ricca di grassi e sali minerali. Questo cibo prelibato viene consumato solamente dalla regina, in quanto necessita di molte calorie per la sua attività riproduttiva. Attingendo alle sue scorte ci bastano pochi grammi per ottenere la ricarica necessaria per affrontare la giornata.

Oltre all’energia proveniente dall’alveare, abbiamo unito anche una super ricarica dal mondo vegetale. Il ginseng, radice originaria dall’Asia orientale, è nota per le sue proprietà energizzanti. In particolare il ginseng “attiva” il corpo, stimolando la produzione di proteine e glicogeno per affrontare situazioni stressanti come il freddo, un raffreddore o in generale un calo delle difese immunitarie.  Il grande valore di questa radice si deduce dal suo nome stesso (Panax ginseng) dove “pan” significa tutto in greco e “ax” cura. La cura di tutto, proprio così veniva considerato dalla medicina cinese e pozione segreta per l’elisir di lunga vita.

L’omonimo sudamericano del Ginseng è il Guaranà. Si differenza dal primo per un elevato contenuto di caffeina che allo stesso modo è un attivatore di metabolismo. Utilizzato dagli indios nella medicina popolare, era prescritto contro molti mali e veniva considerato una pianta sacra. Consumato in moderazione può portare beneficio al nostro metabolismo.

Abbiamo trovato il connubio perfetto per portare a casa vostra un prodotto unico: Enermiel è il frutto della nostra ricerca e dedizione e speriamo di avervi incuriosito sul nostro prodotto più richiesto. Un piccolo assaggio sarà sicuramente sufficiente per rendervi sostenitori del nostro dolce e goloso Enermiel.

Speriamo di avervi soddisfatto e siamo sempre a disposizione per ascoltare i vostri feedback e consigli.

Enermiel lo trovi sul nostro negozio online. Provalo subito!

Facebook
Email
WhatsApp
LinkedIn

Come iniziare le giornate con la carica giusta? Enermiel! Leggi tutto »

Come difendere l’organismo in vista dell’inverno?

Author picture

Come difendere l'organismo in vista dell'inverno?

Apimmunol C uno nuovo prodotto del Maso delle Erbe

La nostra salute e le difese del nostro organismo sono sempre più messe alla prova. La nostra ricerca sempre attenta alle esigenze e richieste dei nostri clienti ha elaborato questo nuovo prodotto con lo scopo di difendere e proteggere le difese immunitarie.

Apimmunol C è un integratore alimentare che racchiude la forza del miele con i fitoestratti migliori da ogni angolo del mondo, per proteggere l’organismo da agenti esterni. La formula vincente del Apimmunol C consiste nell’incontro di aloe, curcuma, fitoestratti, miele e propoli.

Aloe vera, curcuma, miele e propoli per rafforzare il tuo organismo

L’aloe vera è nota per avere un effetto calmante nei casi di infiammazione e ricopre il ruolo di custode dell’equilibrio interno dell’organismo. La curcuma, definita anche lo zafferano indiano, è una piccola radice ormai di interesse mondiale, viste le sue proprietà antibatteriche. La medicina ayurvedica indiana da secoli utilizza la curcuma per le sue proprietà immunostimolanti antisettiche e antibatteriche. La curcumina, principio attivo della curcuma, è stata e continua ad essere tema di ricerca, in quanto è stato dimostrato che il suo consumo nella dieta ha un effetto depurativo e pulitore del fegato. La sua efficacia può essere constatata anche a livello topico, in quanto è in grado di cicatrizzare piccole ferite della pelle.

Infine “dulcis in fundo” abbiamo aggiunto il miele e la propoli, due delizie prodotte dalle api che racchiudono la dolcezza e la protezione (la propoli) delle api. Per la preparazione dei nostri prodotti usiamo solo miele e propoli di origine italiano, per assicurare un prodotto di alta qualità. Il miele non solo conferisce un sapore unico ma contiene al suo interno oltre agli zuccheri anche sali minerali e vitamine che nel complesso donano un boost di energia e rafforzano l’organismo.

Gli ultimi due ingredienti chiave sono: l’Eleuterococco e l’Acerola. L’Eleuterococco, pianta originaria della Siberia, è stato usato per secoli nella medicina popolare come rimedio contro numerosi disturbi tra cui dolori, problemi legati al sonno e stress. Studi più recenti hanno messo in evidenza la sua efficacia nel stimolare i linfociti, le cellule in prima linea in seguito ad un’infezione.

L’Acerola (ciliegia delle Barbados), pianta di origine sudamericana è nota per il suo alto contenuto di Vitamina C. L’Apimmunol C sfrutta il naturale contenuto di questa vitamina nell’Acerola per dare una ricarica potente di energia a tutela delle nostre difese immunitarie che così saranno in grado di affrontare agenti esterni.

l’Apimmunol C sarà sicuramente l’alleato giusto per darvi forza e protezione in vista dell’autunno e inverno, dove le nostre difese immunitarie sono più vulnerabili. L’utilizzo di ingredienti di alta qualità e il suo sapore unico rende questo prodotto adatto a tutta la famiglia.

Lo scopo primario del team del Maso delle Erbe è quello di portarvi prodotti naturali di alta qualità. Speriamo che l’Apimmunol C possa essere di vostro gradimento e siamo a vostra disposizione per eventuali chiarimenti e attendiamo un vostro feedback riguardo al prodotto.

Che aspetti? Apimmunol C lo trovi sul nostro negozio online. Provalo subito!

Facebook
Email
WhatsApp
LinkedIn

Come difendere l’organismo in vista dell’inverno? Leggi tutto »

La pappa reale e i suoi benefici

Immagine articolo Pappa reale
Pappa reale, maso delle erbe
Author picture

La pappa reale e i suoi effetti benefici

La pappa reale (o gelatina reale) è una sostanza gelatinosa prodotta dalle api, o più precisamente secreta dalle ghiandole ipofaringee e mandibolari delle giovani api nutrici. A differenza di ciò che potrebbe suggerire il nome, la pappa reale ha un aspetto bianco-giallastro dal sapore piuttosto acidulo, e poco zuccherino. La sua composizione consiste in 60-70% di acqua, seguito da zuccheri, proteine, lipidi, e infine sostanze bioattive quali minerali e vitamine

La pappa reale, viste le sue proprietà energetiche viene dedicata a coloro che necessitano di più risorse alimentari all’interno dell’alveare: le larve nei primi tre giorni di vita e alla regina che ha bisogno di un costante apporto di nutrimento per la sua attività di deposizione delle uova. Dopo i tre giorni di vita solamente la futura regina continuerà a ricevere la pappa reale mentre le piccole larve destinate ad altre mansioni all’interno dell’alveare, si nutriranno di miele.

Il suo utilizzo era noto fin dai tempi antichi. Aristotele, grande appassionato e studioso delle api era forse il primo fautore dei suoi innumerevoli benefici, tant’è che consigliava i suoi studenti di fare colazione con la pappa reale. Gli egizi, lo usavano nella cosmetica e divenne uno dei segreti di bellezza di Cleopatra. La medicina tradizionale Cinese usava la pappa reale per combattere lo stress.

Antibatterico, antiossidante, antimicrobico: tutte le proprietà della pappa reale

Nei tempi moderni la scienza ha evidenziato gli effetti benefici della pappa reale sia per gli adulti che per i bambini. Il prezioso contenuto di aminoacidi essenziali, vitamine, sali minerali e sostanze bioattive conferisce alla pappa reale proprietà energetiche utili a contrastare la stanchezza e lo stress, a dare un senso di benessere e a sostenere le difese immunitarie. Infatti la sua attività immunomodulante e antibatterica insieme ad un alto fattore nutritivo la rende utile per potenziare le difese immunitarie.

Tra le altre sue proprietà più note, troviamo un’azione antiossidante (l’azione anti-aging). In soggetti in età avanzata, cicli di 2-3 settimane di assunzione di pappa reale ad intervalli di 3 mesi ha portato un’azione positiva sull’organismo. Sono tuttora oggetto di studio i potenziali benefici della pappa reale sulla sfera cognitiva nel morbo di Alzheimer.

Inoltre ha un’attività antimicrobica nei confronti di diversi microrganismi patogeni e virus, contribuisce a promuovere la guarigione delle ferite, è un antinfiammatorio naturale e sembra che abbia effetti benefici sul quadro lipidico del sangue, sulla pressione arteriosa e sulla glicemia. Altri studi sull’assunzione di pappa reale, hanno documentato un possibile aumento della capacità muscolare di sostenere gli sforzi, un miglioramento della funzione respiratoria, dei livelli di energia e un aumento dell’appetito.

Le proprietà ricostituenti della pappa reale rendono utile la sua assunzione durante una convalescenza. La gelatina reale pura deve essere conservata in frigo e consumata preferibilmente al mattino, ponendola sotto la lingua, per evitare che i suoi preziosi componenti siano rapidamente degradati a livello del tratto digerente. Anche la pappa reale liofilizzata va assunta al mattino, seguendo le modalità indicate dal produttore.

La pappa reale può essere assunta anche dai bambini soprattutto in età scolare, al dosaggio indicativo di 250-500 mg al giorno, in momenti di stress, come ad esempio il ritorno a scuola dopo le vacanze estive oppure dopo una malattia.

In rari casi, tuttavia, la pappa reale può causare delle reazioni allergiche, motivo per cui non è consigliata la sua somministrazione a soggetti allergici o asmatici.

Facebook
Email
WhatsApp
LinkedIn

La pappa reale e i suoi benefici Leggi tutto »

Prevenire l’aterosclerosi

Author picture

Prevenire l'aterosclerosi

L’aterosclerosi appartenente alla categoria delle malattie cardiovascolari è tra le più comuni cause di mortalità negli adulti nel mondo occidentale. In particolare l’aterosclerosi è una malattia cronica causata dall’accumulo di lipidi nelle arterie di medie grandi dimensioni che con il passare del tempo può arrivare ad ostacolare il flusso ematico al suo interno. Le cause possono essere molteplici: da stress ossidativo, risposte infiammatorie, ipercolesterolemia, ipertensione, diabete al fumo di sigaretta. Questi fattori sono correlati e le loro interazioni possono intensificare il problema. Nel corso degli anni sono state sviluppate diverse strategie per alleviare i fattori di rischio, dalla terapia genica, antiossidanti, vitamine ai vari farmaci, ma l’aterosclerosi resta ancora una delle principali cause di morte in tutto il mondo.

Gli antiossidanti assunti con la dieta hanno attirato grande attenzione come una delle opzioni più favorevoli per la prevenzione delle malattie cardiovascolari. Le prove accumulate indicano che i prodotti antiossidanti di origine vegetale sono molto più efficaci delle controparti sintetiche nel proteggere e/o rafforzare i meccanismi endogeni di difesa e riparazione. Tra questi, è stato segnalato che il miele presenta significanti effetti benefici. Il miele è stato riconosciuto come “un rimedio riscoperto” e “una fonte di antiossidanti alimentari”.

La capacità antiossidante del miele è ben documentata e differisce da miele a miele, con differenze botaniche e geografiche. È molto interessante notare che i radicali liberi vengono assorbiti dal miele. Questa sua capacità sembra dovuta all’effetto sinergico dei composti fenolici e degli enzimi antiossidanti al suo interno (come la catalasi), che eliminano le specie di radicali liberi e inducono sistemi antiossidanti enzimatici e non.

Un altro aspetto da non sottovalutare è che il miele ha dimostrato di migliorare i livelli di colesterolo. L’eccesso di colesterolo LDL-C è la causa principale di formazione di placche nei vasi sanguigni, L’esatto meccanismo del miele nel miglioramento di questo fattore di rischio non è stato chiaramente determinato. Tuttavia, i composti fenolici presenti nel miele sono associati al miglioramento della vasodilatazione coronarica, alla prevenzione dei coaguli di sangue e alla protezione del colesterolo LDL dall’ossidazione.

I numerosi benefici del miele non fanno che incrementare il suo valore di benessere, per cui il suo consumo quotidiano è fortemente consigliato. Le molecole bioattive contenute nel miele mostrano la sua capacità nel ridurre la formazione di placche aterosclerotiche (ateromi).

Facebook
Email
WhatsApp
LinkedIn

Prevenire l’aterosclerosi Leggi tutto »

Curare le ferite con il miele

Author picture

Curare le ferite con il miele

L’utilizzo del miele risale alla preistoria. Già ottomila anni fa abbiamo prove dell’uomo, intento a raccogliere il miele dalle arnie. Le sue propietà nutrizionali e anche spirituali sono state apprezzate e utilizzate dalle culture antiche di tutto il mondo. Considerato il cibo preferito degli dei dell’Olimpo per gli antichi Greci, un elisir di bellezza per Cleopatra, il miele ha continuato a ricoprire un ruolo importante nella vita dell’uomo. Il segreto di latte e
miele come rimedio per una pelle perfetta era noto già ai tempi degli antichi egizi. Anche ai tempi nostri il miele viene spesso utilizzato come ingrediente in cosmetici e altre preparazioni per la pelle. Ricerche recenti hanno svelato che oltre ad essere un elisir di bellezza, il miele è particolarmente adatto anche per trattare ferite e ustioni. Numerosi
studi clinici hanno dimostrato che l’applicazione del miele sulle ferite cutanee può cancellare rapidamente l’infezione, ridurre il dolore e migliorare la guarigione dei tessuti.

Per capire il meccanismo d’azione del miele nella guarigione delle ferite dobbiamo risalire all’ambiente dove viene prodotta. All’interno dell’alveare, con una temperatura di 37°C e una elevata densità di api, le infezioni e  contaminazioni batteriche possono nuocere la vita delle api. Perciò, questi piccoli animali, per proteggere il loro miele, aggiungono particolari enzimi, riducono la quantità d’acqua rendendolo denso, carico di zuccheri e acido in modo che possa essere il più inospitale possibile per la crescita di un microorganismo.

Tra gli enzimi, uno degno di nota è il glucosio ossidasi, che protegge il miele dalla proliferazione batterica nel periodo della sua trasformazione. Questo enzima rimane dormiente ma si attiva nel miele diluito formando piccole quantità di perossido di idrogeno, chiamato acqua ossigenata, spesso usato per disinfettare piccole ferite. Perciò, possiamo
trovare nel miele l’effetto antibatterico e antimicrobico senza ricorre a prodotti chimici.
L’altro aspetto interessante è la densità elevata del miele che fa l’effetto scudo attorno alla ferita. Inoltre, la sua acidità aumenta il rilascio di ossigeno portato dal sangue nella zona della ferita. Infine sappiamo che il miele stimola la crescita di cheratinociti (le cellule dell’epiderma), la formazione di nuovi capillari e rimodella la struttura della
pelle per un effetto cicatrizzante a livello della ferita. Tutto ciò lo rende un vero alleato nel trattamento di piccole ustioni, lesioni, ferite, ulcere, anche diabetiche, forfora, dermatiti da pannolino e psoriasi.

Il miele per essere efficace deve essere grezzo e conservato al buio, al riparo da fonti di calore. Si può usare una fasciatura impregnata di miele e applicarlo direttamente sulla cute. L’area da trattare deve essere lavata con acqua sterilizzata o con una soluzione salina e se serve, pulita a fondo con acqua ossigenata. Ricordiamo anche che il
bendaggio o l’applicazione cutanea va cambiata al mattino e alla sera prima di andare a letto, o più spesso a seconda della gravità della ferita o della bruciatura fino a 4 volte al giorno.

Facebook
Email
WhatsApp
LinkedIn

Curare le ferite con il miele Leggi tutto »

I benefici della propoli

Author picture

La propoli come immunostimolante

La propoli dall’etimologia della parola stessa “pro” davanti e “polis” città, è un prodotto sintetizzato dalle api per proteggere l’alveare dai batteri e agenti patogeni esterni. Negli ultimi 10 anni, la propoli ha attirato l’interesse scientifico dal momento che ha dimostrato di avere molte attività biologiche e farmacologiche, correlate alla sua composizione chimica. Pensate che nella propoli ritroviamo oltre 180 composti attivi! Molti studi scientifici hanno confermato le sue preziose proprietà bioattive anche nell’essere umano.
Siamo soliti associare la propoli come antibatterico del cavo oro-faringeo (infezioni del tratto respiratorio superiore, raffreddore comune e infezioni parainfluenzali) oppure come cicatrizzante (guarigione delle ferite, trattamento di ustioni, acne, herpes e neurodermatiti) Studi recenti hanno rivelato in aggiunta alle proprietà sopra elencate, anche quello di immunostimolante.
La propoli sembra giocare un ruolo importante in particolar modo a livello intestinale. L’intestino umano è un organo importante alla base del nostro benessere quotidiano.
Il tratto gastrointestinale, rappresenta i 2/3 del nostro sistema immunitario.  la buona salute delle vie digerenti influisce non solo sulle funzioni intestinali, ma anche sull’attività cardiovascolare, mentale e immunitaria, contribuendo ad un’adeguata risposta sia verso gli agenti patogeni (responsabili dell’insorgenza della condizione di malattia), che verso gli allergeni.
Cosa fare per mantenere in salute il nostro intestino? L’intestino è causa di molti piccoli microorganismi che prendono il nome di microbiota intestinale. Questi piccoli agenti   modulano il sistema immunitario e inibiscono la crescita dei batteri nocivi. Ci sono diversi fattori però che possono alterare questo delicato equilibrio: l’avanzare dell’età, lo stress, un’alimentazione scorretta (varietà e qualità, per esempio i pesticidi), l’assunzione di farmaci (per esempio gli antibiotici).

Il motivo all’origine di questo tipo di impiego è sostanzialmente uno: la propoli ha dimostrato un potere antibatterico, antifungino e antivirale nei confronti di germi patogeni. Grazie alla sua preziosa composizione, ha la caratteristica di inibire i batteri nocivi responsabili di infezioni gastrointestinali senza però intaccare la flora batterica buona. In questo modo contribuisce all’equilibrio del MICROBIOTA, rafforza il sistema immunitario e da un prezioso contributo alla salute dell’uomo. Inoltre, gli studi hanno dimostrato che è dotata di proprietà antibiotica verso certi germi patogeni intestinali. Non a caso è spesso definita un vero e proprio antibiotico naturale.
Ecco quindi che, oltre mantenere uno stile di vita sano, attivo, positivo, ed essere sempre attenti alla propria alimentazione, la propoli diventa un valido alleato per mantenerci in perfetta salute.

Facebook
Email
WhatsApp
LinkedIn

I benefici della propoli Leggi tutto »